lunedì, Maggio 16 2022

Ignoravo chi fosse Riccardo Falcinelli fino al febbraio 2020 quando mia madre, la mitica nonna Fernanda mi ha regalato il suo libro “FIGURE”, davvero una pietra miliare nella mia formazione estetica. Pochi giorni dopo averlo finito di leggere sono andato a visitare gli UFFIZI a Firenze e devo dire che non li avrei apprezzati nello stesso modo senza il contributo di questo autore.

In questo testo infatti l’Autore ci accompagna attraverso un importante tratto della storia della rappresentazione pittorica per mostrarci la relazione che intercorre tra le immagini, il mercato, la cultura e la tecnologia. Davvero uno spaccato a tutto tondo per entrare meglio e più a fondo nel funzionamento delle immagini.

Riccardo Falcinelli, suo malgrado, è anche un po’ l’artefice della nostra amicizia con Francesco e Felicita di Studio Cromosoma. Infatti quando ho visto che in uno scaffale dello Studio conservavano una copia di Figure, è diventato immediatamente il nostro argomento di conversazione aiutandoci quindi a entrare in confidenza.

Ebbene, quando ho letto nel programma di PLPL2021 – Più libri Più liberi è la fiera della piccola editoria che si tiene tradizionalmente a Roma durante il ponte dell’Immacolata – che avrebbe tenuto una “lectio magistralis”, non ho trattenuto l’entusiasmo e ho subito condiviso la notizia con tutti i miei amici appassionati di fotografia e di arte, non ultima la mitica nonna Fernanda!

Io amo PLPL, per me è un appuntamento fisso dall’inizio, dal 2002 al Palazzo dei Congressi, quando sembrava che finalmente la piccola editoria avesse trovato una sua collocazione, al riparo dai grandi gruppi editoriali, ma questa è un’altra storia.

Bene, con l’accredito da fotografo ho avuto una certa libertà di movimento che mi ha consentito di accedere qualche minuto prima dell’inizio e di provare le inquadrature. tutti i colleghi avevano i teleobiettivi, o la doppia macchinetta, con tele e grandangolo. Io avevo una sola scelta e ho preferito montare il 16-35. Un’ottica molto aperta che consente di enfatizzare le linee prospettiche e conferire dinamicità allo scatto.

Così a colpo d’occhio ho immaginato la scena, Falcinelli in piedi che saluta, con la prima immagine della presentazione proiettata alla sue spalle. E’ andata proprio così. Appena entrato ho effettuato un rapido blitz al centro del palco e ho preso questo scatto. Due foto per sicurezza, una delle quali a causa dei tempi di scatto non ha catturato la scritta per intero e quindi ha obbligato la scelta sull’altra. Il risultato è quello che puoi vedere!

La relazione è stata profonda, interessante e coinvolgente, come del resto è Falcinelli. Ci ha richiamato, attraverso il confronto tra luci e ombre, alla percezione stessa della vita e dell’ambiente in cui viviamo, davvero davvero interessante.

Al termine della lectio, dopo essermi fatto autografare FIGURE, ho sentito il parere della nonna Fernanda che ha dichiarato di voler leggere anche lei quel famoso libro che mi aveva regalato quasi due anni fa…

Beh, che ne pensi? Scrivi nei commenti la tua opinione, mi raccomando!!!

Dettagli dello scatto:

  • Camera: Canon EOS R6
  • Impostazioni: 1/1600 sec a f/2,8 ISO 16000
  • Obiettivo: Canon EF 16-35mm f/2.8L III USM
  • Data di scatto: 4 dicembre 2021 ore 12.43
Previous

Grazie

Next

Mosso artistico

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Check Also