giovedì, Luglio 29 2021

Settembre 2019, vacanza in Puglia; una delle mete è stata Punta Pizzo.

Lavorando nella preparazione degli studenti per i TEST di Ammissione all’Università, le mie vacanze sono tipicamente dopo la prima settimana di settembre.

Quell’anno, nel 2019, con Claudia e i ragazzi abbiamo fatto base a Galatone per girare un pochino le spiagge e le bellezze artistiche della meravigliosa Puglia. Un doveroso, grato pensiero all’amico Francesco Danieli, che ci ha fatto da testa di ponte per organizzare questa vacanza!

Tutto davvero meraviglioso, e una delle avventure più interessanti l’ho vissuta a Punta della Suina, una splendida baia nei pressi di Gallipoli.

A dire il vero io non sono un tipo da spiaggia, né per il fisico, né per l’indole. A stare spiaggiato a prendere il sole proprio non mi ci trovo … beh non mi ci trovo a meno di essere stremato dalla fatica per aver raggiunto il posto, ma in quel caso mi caratterizza più un crollare stremato che un vero e proprio stendersi al sole.

Ebbene, arriviamo, conquistiamo uno spazietto nella spiaggia affollata nonostante la stagione balneare fosse al termine e ci stendiamo qualche minuto. Abbiamo appena il tempo di orientarci ed ecco che arrivano in processione dei “Vu Cumprà” che vendevano una sorta di materassino gonfiabile a vento, fa conto un enorme, variopinto sacco per la spazzatura. Con un rapido gesto ci mostrano quanto sia facile riempirli di aria e utilizzarli come supporto per le proprie membra. E che fai, non li compri? Del resto in vacanza la tasca è più generosa!

Vabbé, fatto questo acquisto, mal sopportando l’immobilità della situazione, decido di fare una passeggiata. In lontananza infatti avevo visto la torre di punta Pizzo e volevo proprio andare a vederla da vicino. Detto fatto, mi incammino.

Durante il cammino, la giornata era molto ventosa, vengo attratto da una flotta di ragazzi che praticano il Kyte, una sorta di Surf attaccato a un aquilone.

Ovviamente, avendo la mia inseparabile Canon EOS 6D! Scatto qualche foto a questo spettacolo di volteggi e virate e poi mi avvio verso la torre. Una meravigliosa torre di avvistamento, bianchissima, che si staglia sull’azzurro del mare e del cielo! Faccio le mie foto anche qui e mi incammino per tornare alla nostra postazione.

Passando davanti ai surfisti e vengo fermato da Stefano Cimi, che mi chiede di avere le foto che gli ho scattato. Ovviamente acconsento.

Lo scatto che propongo è di un compagno di Stefano durante una virata. Mi piace molto per il dinamismo dell’onda, la tensione muscolare e l’armonia cromatica.

Un bel ricordo di una splendida giornata!

Dettagli dello scatto:

  • Camera: Canon EOS 6D
  • Impostazioni: 1/3200 sec a f/4.5 ISO 250
  • Obiettivo: Canon EF 70-200mm f/4L USM a 104mm
  • Data di scatto: 12 settembre 2019 ore 14.58
Previous

Colpo d'occhio a Pisa

Next

Il profumo della Lavanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also