lunedì, Dicembre 6 2021

Categoria curiosa quella dei vetturini. Le “botticelle” sono una nota caratteristica di Roma, un po’ come le gondole a Venezia o la slitta di Babbo Natale!

In realtà noi non sappiamo molto della loro vita. Possiamo immaginare un rapporto quasi di simbiosi con i cavalli, senza i quali non potrebbero lavorare. Nonostante spesso i vetturini romani siano posti sotto i riflettori da parte degli ambientalisti che rivendicano l’oppressione dei cavalli e da parte di altre categorie infastidite dai sistemi di trazione animale, in particolare dalla loro produzione posteriore. Tant’è che, a Roma, si sono inventati un curioso sistema di recupero dello sterco che, invece di cadere in terra, finisce in un sacco, pronto ad essere impiegato come concime o, per meglio dire, stallatico.

Mi trovavo un giorno in giro per Roma insieme al maestro Ferdinando Geremicca, araldo di Ploc, che accompagnando un piccolo gruppo in un tour fotografico del Centro ci stava spiegando le basi della Street Photography.

Bene, che vuol dire vai e scatta? Partiamo dal Pantheon e ci sparpagliamo. Devo fare una foto d’effetto. Come? Cerco i colori, il rosso per primo. Mi attrae moltissimo un cavallo dai finimenti rossi, inquadro e scatto in modo che incornici un vetturino sullo sfondo.

Rivedendo lo scatto a un anno e mezzo di distanza mi chiedo chi sia realmente il protagonista di questa fotografia, il cavallo o il vetturino?

A ben vedere, quello che c’è dietro in fondo, è la loro relazione, l’indolenza tipica romana dell’uomo fa il paio con l’immobile calma dell’animale, entrambi in attesa del turista entusiasta o della coppietta romantica che vogliono concedersi il lusso, perché di questo si parla, di una deliziosa gita in carrozzella, magari sulle note di Antonello Venditti ‘na carrozzella va …

Siamo arrivati alla fine di questa storia, che ne pensi? Sono molto curioso di conoscere la tua opinione, che cosa evoca in te questo scatto? Scrivilo nei commenti, te ne sarò grato!

Dettagli dello scatto:

  • Camera: Canon EOS 6D
  • Impostazioni: 1/320 sec a f/3,5 ISO 125
  • Obiettivo: Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM
  • Data di scatto: 7 febbraio 2020 ore 12.24
Previous

UN CAMPIONE FUORI DAL COMUNE

Next

UNA DONNA DI ALTRI TEMPI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also